fbpx

Covid-19: sesso e stili vita influenzano risposta immunitaria

Simcri

Simcri

11 luglio 2022 – Non solo le malattie pregresse, ma anche l’età, lo stato civile e gli stili di vita influiscono sulla risposta immunitaria che si acquisisce dopo la vaccinazione anti Covid-19.

A dirlo è una ricerca italiana, promossa dalla Sapienza e dal Policlinico Umberto I di Roma e pubblicata su Journal of Personalized Medicine. Lo studio ha preso in esame 2.065 operatori sanitari del Policlinico Umberto I a cui era stato somministrato il vaccino anti Covid-19 a mRNA di Pfizer BioNTech. Il campione è stato sottoposto a due prelievi di sangue, dopo 1 mese e dopo 5 mesi dalla seconda vaccinazione. Dai risultati è emerso che dopo un mese dalla vaccinazione i soggetti con una pregressa infezione da Covid-19 e quelli più giovani avevano livelli di anticorpi più alti. Al contrario, le malattie autoimmuni, le patologie polmonari croniche e il tabagismo erano correlati a livelli più bassi. A distanza di 5 mesi dalla vaccinazione si è osservata una diminuzione mediana del 72% del livello anticorpale, che però è meno evidente nelle donne e nei soggetti con infezione pregressa. Invece nei fumatori, negli ipertesi e nei meno giovani è stato riscontrato un crollo di circa l’82% dei livelli di anticorpi anti-Spike. I ricercatori hanno inoltre rivelato un mantenimento maggiore della risposta anticorpale nei soggetti single o conviventi rispetto ai soggetti sposati, divorziati o vedovi, “anche se questa associazione potrebbe essere dovuta ad altre variabili cliniche inesplorate, come lo stile alimentare e l’indice di massa corporea”, sottolineano i ricercatori.

SIMCRI

Siamo un organo collegiale, che riunisce i migliori medici e professionisti del settore Medico Rigenerativo e da sempre sosteniamo la ricerca scientifica d’eccellenza promuovendo una corretta informazione sui temi della salute.

SIMCRI

Siamo un organo collegiale, che riunisce i migliori medici e professionisti del settore Medico Rigenerativo e da sempre sosteniamo la ricerca scientifica d’eccellenza promuovendo una corretta informazione sui temi della salute.